Prima Fiera virtuale in Calabria: accordo tra Agri in web e Blazon Social Job Community

Prima Fiera virtuale in Calabria: accordo tra Agri in web e Blazon Social Job Community

Agriinweb, la prima fiera virtuale made in Calabria, online su www.agriinweb.it dal 29 gennaio al 2 febbraio, sceglie di proteggere la sua idea e la sua iniziativa con la tecnologia Blockchain della Blazon Social Job Community. La partnership, infatti, è stata concordata tra l’ing. Francesca Veltri e l’ideatore di agriinweb 2021, dott. Eugenio Mercuri. La Calabria fra tradizione, innovazione e tecnologia a tutela delle aziende e del consumatore finale. La nuova frontiera della certificazione la cosiddetta tecnologia blockchain quella dei registri digitali non modificabili applicata alla difesa del settore agroalimentare per garantire trasparenza ai consumatori e protezione dai falsi.

Valorizzare l’impegno dei produttori per garantire la qualità dei loro prodotti e la scelta delle materie prime e allo stesso tempo può dare informazioni complete e verificate al consumatore che ne richiede sempre di più. Il settore agro alimentare della Calabria ha già sperimentato e realizzato certificati e sta utilizzando questa tecnologia nella filiera produttiva. Tutti i dati inseriti dall’azienda confluiscono in un racconto dalle materie prime al prodotto finale certificato e non modificabile a cui il consumatore può accedere attraverso un qr-code stampato in etichetta. Inquadrando il codice con il proprio smartphone si può sapere tutto sul prodotto scelto. Data di produzione, metodo di lavorazione, materie prime utilizzate, foto di lavorazione, video di produzione, se è stata utilizzata energia rinnovabile, i riconoscimenti ottenuti, i certificati posseduti dall’azienda e perfino la filiera di distribuzione. Questa tecnologia consentirebbe di combattere con successo il fenomeno della contraffazione dei nostri prodotti agro alimentari all’estero ed è applicabile a molti settori, dalla moda all’artigianato, dall’artista al professionista. Un contributo alla valorizzazione del Made in Italy e alla tutela dell’autenticità dei nostri prodotti. La blockchain come strumento di trasparenza e di tutela di tutti i prodotti, siano essi prodotti alimentari, idee, documenti, creazioni e molto altro.

Gli organizzatori di Agriinweb hanno scelto di utilizzarla per proteggere l’idea, la realizzazione, la gestione dei contenuti e la propria immagine e per essere più trasparenti possibili. Grazie alla tecnologia blockchain della Blazon sjc e alle sue diverse piattaforme, hanno realizzato quello che può essere definito un semplice volantino digitale. Ma in realtà, è un vero e proprio certificato di proprietà del marchio, brand. Lo utilizzeranno per tenere aggiornati tutti i visitatori della fiera sugli eventi fieristici, sui convegni e su tutti gli ospiti delle giornate con video, immagini, documenti ed elenchi espositori, con un eventuale mappa interattiva, che l’utente, tramite lo smartphone, legge e visualizza tutte le modifiche in tempo reale.
Cinque giornate all’insegna di incontri importanti. Tra questi ricordiamo quello di Domenica 31 Gennaio 2021 ore 9.30 webinar “Tecnologia Blockchain a Tutela del Made in Italy” a cura di Luca Enrico Vizzi della Blazon Social Job Community.
Sponsor della manifestazione Blazon Social Job Community LTD, azienda italo londinese con esperienza pluriennale nella tecnologia blockchain, nel sociale, nell’associazionismo, nella pubblicità e nell’emittenza radiofonica. In fiera, nei vari padiglioni, sono presenti alcune delle attività produttive e commerciali del settore agro alimentare, che hanno scelto di utilizzare la tecnologia blockchain per entrare nel circuito di spendibilità della Blazon Social Job Community.

Condividi questo post